Sei in » Home  » Guide
Scritto da G. Meneghelli - Letto 5039 volte  -   Ultimo aggiornamento  29/12/2011




Il file sharing abbreviato in P2P è la condivisione di file tra utenti all'interno di una rete comune.

image article




Indice pagina




» Introduzione
» Descrizione delle reti P2P
» Decrizione di Emule
» Server di Emule
» Il protocollo Torrent
» Dizionario essenziale termini Torrent
» Conclusione
» Risorse selezionate dal web





Introduzione




Dalle prime BBS alla attuale infrastruttura web, gli utenti hanno sempre sentito la necessità di condividere file sempre più grandi.

La condivisione dei file è nata per condividere grossi file evitando di saturare la poca banda a disposizione.

In quest'ottica sono nate le reti P2P che permettono, attraverso determinati protocolli, di far condividere file e documenti ai vari utentti connessi al web.

Con internet, si è fatta più pressante la necessità di salvaguardare la proprietà intellettuale di ciò che si condivide. Pertanto, scaricare file da Internet con il P2P non è illegale ma si presta alla condivsione di contenti coperti da copyright. Quindi sta a voi selezionare ciò che scaricate.

Facciamo un esempio di distribuzione software legale e leggittima.
Le distribuzioni Linux, per essere distribuite, utilizzano il protocollo Torrent che permette una condivisione di grossi file tra milioni di tuenti suddivideno la banda necessaria al download senza ingolfare la rete.



» Inizio pagina



Descrizione delle reti p2p




Esistono atre reti di peer-to-peer (denominate anche P2P) quali Kademlia, Gnutella e eDonkey.

Queste reti possono permettere di individuare più copie dello stesso file nella rete attraverso chiavi criptate (hash criptografici), di riprendere lo scaricamento del file, di eseguire lo scaricamento da più fonti contemporaneamente, di ricercare un file attraverso stringe di caratteri che identificano la posizione precisa di una risorsa disponibile sul web (Universal Resource Identifier).

Programmi di File-sharing, (letteralmente condivisione di file) sono utilizzati per trasferire file da un computer ad un altro su Internet, o su reti aziendali Intranet.

Questa condivisione ha dato origine al modello peer-to-peer (abbreviato in P2P).

Riepilogando i rischi del file sharing sono:

- Scaricare materiale protetto da Copyright;
- Scaricare programmi infettati da Virus;
- Scaricare materiale non idoneo ai minori;
- Difficoltà nel capire la qualità del materiale scaricato;
- Sconsigliabile per condivisione file utente con utente;
- Traffico non crittografato se non si utilizza una VPN.

Ovviamente non ci sono solo difetti:

- La tecnologia di file sharing fa risparmiare banda e velocizza i download in presenza di tanto traffico;
- Permette la ricerca di documenti, brani musicali, programmi, rarità che non sono più disponibili sul mercato;
- Consente di condividere grossi file (p.e. distribuzioni Linux) senza saturare la banda a disposizione;
- Se utilizzato legalmente permette di condividere tra utenti in maniera facile vari tipi di risorse.

Alcuni consigli:

- Non condividere troppi file;
- Attenzione a non impostare il tuo client a condividere tutto l'hard disk. Tutti i tuoi dati diventerebbero disponibili a tutti;
- Utilizza programmi di firewall per salvaguardare il vostro sistema da sguardi indiscreti;
- Utilizza una VPN per rendere anonima la tua connessione al web.


Suggerimento!
Alcuni ISP (Internet Service Provider) limitano il traffico P2P.
Attraverso il servizio web Glastnost è possibile effettuare un test della nostra connessione per verificare se il traffico P2P viene limitato dal nostro Provider.


Per maggiori approfondimenti sull'argomento puoi leggere l'articolo File sharing di Wikipedia.



» Inizio pagina





Descrizione di Emule




In un recente passato, Emule era uno dei più conosciuti programmi di file sharing è Emule (Qui una guida in italiano da Emule.it non aggiornata).

Ora, con l'arrivo di una nuova versione, è ritornato alla ribalta.

Con questa applicazione puoi ricercare, attraverso un motore di ricerca interno, le risorse condivise dagli utenti. Purtroppo si trova soprattutto molta spazzatura e file che non corrispondono alle ricerche effettuate.

Attenzione!
Ci sono siti che sfruttano la fama di Emule per distribuire software a pagamento o malware. Scaricate il programma solo dal sito ufficiale tradotto anche in italiano.


Con questo programma, una volta collegati alle reti Kad (Kadmelia) e eDonkey, è possibile utilizzare un motore di ricerca per trovare le risorse da scaricare. Alcuni tipi di file utilizzano delle sigle per indicare cosa contengono come, per esempio, la codifica dei file video.
Ovviamente devi essere consapevoli che troverai molto materiale coperto da Copyright, per adulti e programmi contenenti virus.

Attenzione che spesso e volentieri i nomi dei file non rappresentano ciò che effettivamente vuoi scaricare.
Poiché ogni file è identificato da un codice CRC univoco, tramite un'apposita funzionalità di emule, puoi vedere se a quella risorsa è stato cambiato il nome.



» Inizio pagina



Server Emule




Emule, per funzionare al meglio ha bisogno, di liste server aggiornati per il reperimento di informazioni sui file da scaricare.

Ecco alcuni indirizzi:

call_made Server eMule elenco aggiornato 2012 by Giardiniblog

call_made Lista server Emule by Senex.it

Se si utilizza solo la rete Kad non c'è bisogno di questi server.



» Inizio pagina




Il protocollo Torrent




Un sistema di condivisione molto attuale e utilizzato è BitTorrent.

BitTorrent è un sistema per distribuire e scaricare file grandi e piccoli dalla rete.

Per scaricare un file hai bisogno di un file con estensione .Torrent o link .magnet, che darà indicazioni al programma (p.e. uTorrent) sui pacchetti da prelevare per ricomporre il file completo. Più utenti stanno scaricando un determinato file, più veloce sarà il download.

La differenza tra un file .torrent e un link . magnet è la seguente: il file .torrent e la risorsa condivisa in rete disponibile in un server web, il link .magnet ti permette di scaricare la risorsa da un seed / leecher. Il più grande vantaggio è che potresti essere in grado di scaricare il contenuto del torrent, anche se il tracker è inattivo. Per la comprensione dei termini tecnici ti rimando al prossimo paragrafo con la spiegazione essenziale dei vocaboli legati al mondo .torrent.

Il cliente non ha un motore di ricerca interno ma bisogna conoscere l'indirizzo esatto della risorsa. In rete si trovano motori di ricerca per file Torrent.

Per semplificare ecco come funziona: se 100 persone vogliono accedere ad un determinato file, la prima persona arriva sul file e comincia a scaricarlo, la seconda ha già due fonti per il download (il sito originale, ed il primo utente), la terza persona ha tre fonti e così via.

In questo modo non solo il download diventa molto spesso velocissimo, ma il carico sul file server e file originale è leggerissimo, in quanto ogni scaricatore aiuta gli altri scaricatori a completare l'opera.

Tra i vari software dedicati allo scopo consiglio qbTorrent.
Permette di interrompere il download per riprenderlo quando si vuole.
Programma con una interfaccia semplice e intuitiva per scaricare file Torrent. E' in italiano e utilizza poche risorse.

Un appunto su uTorrent. Questo client era considerato il programma principe per il download di file torrent.
Tuttavia, ha avuto una serie di problemi nel corso degli anni che lo hanno reso inaffidabile.
Inoltre una serie di annunci inseriti nell'interfaccia con anche offerte per altri strumenti software lo ha reso fastidioso nell'utilizzo.
Nel 2015 gli autori dell'app avevano inserito codice per il mining di criptovaluta in maniera subdola senza farlo sapere agli utenti. In questo modo la capacità di calcolo del tuo PC ha generato in backgorund soldi per l'azienda, che presumibilmente ne ha dati alcuni in beneficenza.

Qui una scheda in italiano sul programma BitTorrent da Punto-Informatico.it

Nel prossimo paragrafo un dizionario sulla terminologia standard di BitTorrent.



» Inizio pagina




Dizionario essenziale termini Torrent




Ecco alcuni termini che è bene conoscere sulla tecnologia Torrent.

Client = È l’applicazione che carica il file .torrent in modo da potersi connettere alle altre persone. Sono disponibili diversi client ed i più diffusi sono Bitcomet, Azureus e µTorrent.

DHT (Distributed Hash Table) = I DHT layers decentralizzano i torrent rendendo il sistema più stabile e meno dipendente dai tracker web based. Se un tracker non fosse più disponibile, la disponibilità del file verrebbe mantenuta perché i peer possono svolgere il ruolo di nodi mantenendo inalterato lo swarm.

Indexer = Sono i siti che raccolgono e catalogano i file .torrent (myBittorrent, Torrentz, Mininova etc.).

Leecher = È una persona che effettua il download (e l’upload) di un file. Se stai scaricando un file e questo non è ancora completo sei un leecher. Normalmente con questo termine si identificano quelli che scaricano senza condividere. I Leecher rappresentano le persone che hanno iniziato a scaricare una determinata risorsa. I Leechers permettono un inizio immediato del downlod ma non garantiscono il successo dell'operazione. Uno scarso numero di seed e un numero alto di leech significa che, con buone probabilità, non riuscirai a completare il download (poche persone stanno mettendo a disposizione il file completo). Il leech è colui che sta' condividendo una risorsa ma che non ha ancora portato a termine il download (ha un download parziale).

Peer = Ha lo stesso significato di leecher, ma priva di ogni connotazione negativa.

Ratio = È il rapporto tra i dati inviati e quelle scaricati. Un ratio superiore a 1.00 significa che invii più di quanto scarichi. Alcuni tracker privati tengo in considerazione il valore di ratio e bloccano l’accesso agli utenti che presentano un valore basso cioè che tendono a scaricare molto ed a distribuire poco o niente.

Scrape = È l’attività di un client Bittorrent che chiede informazioni ad un tracker su altre persone che hanno in corso il download/upload di un file.

Seeder = È qualcuno che possiede la versione completa del file che stai scaricando. I seeder svolgono una funzione estremamente importante, quindi cerca di mantenere disponibile un file una volta che avete terminato il download.

Seed = Sono i nodi della rete rappresentano le persone che hanno la risorsa completa da scaricare e ci daranno maggiori possibilità di portare a termine il download. Più alto è questo numero, meglio è.

Super-Seed = Alcuni client hanno un opzione che gli consente il super-seed. L’operazione di Super seeding consiste nell’invio di porzioni del file che non sono mai state inviate prima. Questa operazione serve a migliorare la distribuzione del file al fine di aumentare il numero di copie complete in circolazione.

Swarm = È l’insieme di seeder e peer che sono connessi tra di loro.

Tracker = È un server che possiede tutte le informazioni relative alle persone che stanno operando un download/upload del file. Il tracker non ha una copia del file, ma permette alle persone di mettersi in contatto tra di loro per scaricarlo. Un tracker non è la stessa cosa di un sito che ospita file .torrent.

Torrent = È un semplice file la cui dimensione massima è qualche KB che identifica una risorsa da scaricare tramite appositi programmi Client Torrent (uTorrent o Azures).



» Inizio pagina



Conclusione




Non deve passare il messaggio che condividere file è illegale. Senza, per esempio, i protocolli .torrent, era impensabile fino a poco tempo fa distribuire grosse distribuzioni Linux senza appensantire la rete. Ora la banda larga aiuta a scaricare a maggiori velocità. Per consludere, utilizzate con consapevolezza questa importante tecnologia.



» Inizio pagina




Risorse selezionate dal web




call_made Il Peer-to-Peer, questo famoso sconosciuto...
(Tomshw.it )

call_made Download/ Share! Share! Share!
Scambiare, distribuire, far girare, scaricare, offrire, P2P, FileSharing... in una sola parola: sharare! (Punto-Informatico.it)

call_made Download Condividi et impera
Seconda parte dell'articolo precedente (Punto informatico)

call_made SpecialeFreeware/ 45 modi per non dire Napster
Un'appassionata selezione dei più interessanti sistemi di file-sharing, file-swapping, condivisione Web che sono nati e stanno rapidamente crescendo. Perché Napster non è che una delle stelle di una galassia in rapida espansione.
(Punto-Informatico.it)

call_made TNTVillage mirror
Copia del sito TNTvillage offline.



» Inizio pagina


Altre articoli consigliati




  Download: software per condividere files

  Siti per ricerche in rete di file Torrent



» Inizio pagina


Giampietro Meneghelli
Lidweb.it
Ultimo aggiornamento: 29/12/2011

Tags: File sharing, Windows, Internet, Torrent, P2P







Articolo precedente
Tips: far girare vecchi programmi su Windows
Articolo successivo
Come cambiare la product key di Windows XP